Problemi con la MAIL durante l'iscrizione ?
Se durante l'iscrizione non ricevi la mail di conferma CONTROLLA NELLO SPAM ( la mail potrebbe arrivare dopo qualche minuto )

CTU non certificato

Dispersioni termiche, ricerca perdite, ricerca infiltrazioni acqua, ricerca infiltrazioni aria, prove non distruttive e distruttive sui manufatti edili.
Rispondi
dorsil
Messaggi: 2
Iscritto il: 24/10/2019, 17:31
Stato: Non connesso

CTU non certificato

Messaggio da dorsil » 24/10/2019, 17:36

Ho un dubbio in merito alla certificazione UNI ISO 9712.
Sono un avvocato e sto seguendo un giudizio relativo a risarcimento danni da infiltrazioni e il C.T.U. nominato dal Giudice ha ritenuto che fossero necessarie rilevazioni con una termocamera. Poiché si tratta di un danno di scarsa rilevanza, ed era stata accertata la presenza di una tubazione rotta, ci siamo opposti a tali indagini, che solitamente sono molto costose, e così il C.T.U., dapprima ha detto che avrebbe chiesto autorizzazione al Giudice, e poi, senza consultarlo, ha deciso di “procurarsi” una telecamera Fluke VT02 ed eseguire lui stesso le rilevazioni.
Poiché è giunto a considerazioni che sono fuori della logica e dei principi basilari della fisica (anche per una poco esperta come me), e adesso dice che deve fare altre indagini con un "cercatubi", vorrei sapere se posso inficiare le sue rilevazioni anche contestandogli la sua mancanza di certificazione 9712 e la inattendibilità dei risultati raggiunti.
Vi prego di aiutarmi e Vi ringrazio anticipatamente per la cortese risposta



Avatar utente
Corrado
Messaggi: 117
Iscritto il: 30/07/2015, 23:16
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: CTU non certificato

Messaggio da Corrado » 25/10/2019, 13:23

Gentile "dorsil",
ho vissuto in prima persona una situazione analoga alla sua, grazie alla quale sarò in grado di dare un "buon peso" alla mia opinione.

Sono un operatore termografico certificato UNI EN ISO 9712 2°livello e, in un contenzioso legale, un geometra decise di farsi prestare da un collega una termocamera per "dare forza" ad una sua perizia.
In sede dibattimentale, in veste di CTP per la controparte, in meno di 10 minuti demolii e non ebbi difficoltà ad invalidare l'indagine (?) termografica effettuata dal buon geometra che, commettendo una serie di errori da principiante, diede prova della sua totale incompetenza nell'utilizzo di una termocamera.

Ritornando al suo caso, non è necessario arrivare all'aula del tribunale per asserire che QUANTO PRODOTTO DAL CTU HA VALORE NULLO IN ASSENZA DI POSSESSO DI REGOLARE CERTIFICAZIONE UNI EN ISO 9712! Anche se il CTU fosse laureato in FISICA NUCLEARE, dovrebbe dimostrare di essere addestrato in maniera "certificata e certificabile" all'utilizzo di una termocamera in quanto, detto dispositivo, PRODUCE RISULTATI PROBATORI SOLO GRAZIE ALLA CORRETTA IMPOSTAZIONE DEI PARAMETRI E DELLE CONDIZIONI DI ACQUISIZIONE (prima e durante l'esame...) E AD UNA CORRETTA INTERPRETAZIONE DEI TERMOGRAMMI (dopo aver effettuato l'esame...).
Se il CTU potesse effettuare rilievi radiometrici ed interpretare termogrammi senza bisogno di certificazione (il cui scopo è proprio quello di CERTIFICARE L'ADEGUATA PREPARAZIONE E COMPETENZA DEL PERSONALE ADDETTO), verrebbe a cessare l'utilità stessa di essere in possesso della UNI EN ISO 9712 (che ricordo essere di 3 livelli, ognuno dei quali abilita ad un diverso LIVELLO DI COMPETENZE...) e tutti, anche il Signor Rossi, al bancone del bar, potrebbero "partorire" fantasiose e fuorvianti perizie!!!

Per concludere: un CTU, anche pluricompetente e plurilaureato, NON PUO' EMETTERE QUALSIVOGLIA PERIZIA SE NON IN POSSESSO DI ADEGUATA CERTIFICAZIONE anche se, per assurdo e con la fortuna del principiante, avesse fortuitamente espresso opinioni non totalmente errate!

Nella speranza di essere stato di aiuto, le rivolgo un cordiale saluto.

Corrado.

P.S. Ci tenga aggiornati sugli sviluppi della situazione: siamo tutti curiosi di sapere quale "piega" prenderà questo caso... :lol:



Avatar utente
marco-itr
Messaggi: 236
Iscritto il: 29/11/2010, 12:03
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: CTU non certificato

Messaggio da marco-itr » 05/11/2019, 21:59

Ciao a tutti,
io non sono d’accordo con Corrado riguardo la certificazione ISO 9712.

La norma rientra nell’ambito della qualità del prodotto che sia appena costruito o in servizio e viene applicata su esplicita richiesta.
Il personale deve essere Certificato ISO 9712 quando ci sono: norme, leggi, codici (di costruzione per esempio ASME), procedure e contratti che ne prevedano l’uso.

In definitiva è il cliente o il progettista che determinano la scelta di come deve essere fatto un controllo. Nel caso specifico di un tribunale credo che dovrebbe essere il giudice a richiederei controlli non distruttivi e da chi devono essere fatti.

Faccio un esempio concreto che inglobi leggi e norme. Devo costruire una scala antincendio: sarò soggetto al decreto delle costruzione che richiama la norma EN 1090 e quest’ultima richiama (parlando di controlli non distruttivi) norme di prodotto, norme di metodo e norme di certificazione del personale che esegue il controllo.
Tutto questo serve a determinare: chi fa il controllo, come fa il controllo e quali sono i criteri di accettazione. Il tutto per garantire la qualità e la ripetibilità dei controlli.

Se non siamo in presenza di uno o più documenti che determini tutto questo NON possiamo dare un giudizio finale !! E questo è previsto con qualsiasi certificato ISO 9712 o SNT-TC-1A o ASNT o API o altro schema di certificazione CND, PND, NDT, NDE o come meglio vogliamo chiamarlo.

Il caso specifico della perdita d’acqua per mio conto ha 2 possibilità:
1) ognuno fa un po come gli pare (termocamere, geofoni, gas, ecc) poi le controparti si confronteranno (se pacificamente o in tribunale non lo so )
2) il giudice impone l’uso della norma UNI EN ISO 9712 e della UNI EN 16714 (teoricamente basterebbe la EN 16714 ma qui si apre altro capitolo interpretativo sulla EN 16714). Oltre alle norme a mio avviso dovrebbe imporre anche una procedura di controllo ( prevista dalla norme sopra citate) che determini il come si fa un controllo e quali siano i criteri per lo meno di come riconoscere un difetto imputabile ad acqua.

La perdita d'acqua non rientra nella qualità del prodotto ma in ambito manutenzione. Ci può stare la ISO 9712 ma allora credo che la procedura se non obbligatoria sia almeno auspicabile.

Per concludere in linea di massima per fare una ricerca perdite non occorre essere certificato almeno che non venga esplicitato da qualche parte.
AVVISO: La termocamera e qualsiasi altro strumento non è un arma e non necessita di patente o porto d’armi. Uno la compra e fa le sue analisi (giuste o sbagliate). E’ il mercato che ti sceglie ed eventualmente che impone la certificazione.

Di frequente chi è certificato solo in termografia e non conosce le regole del mondo industriale dal quale ISO 9712 nasce, ha difficoltà a capire che un’analisi termografica fatta in assenza di norme e procedure e quant’altro non dovrebbe dare giudizi finali. Sembrerà strano ma è così. Il concetto è estraneo alla termografia perché non ci sono norme di prodotto per il metodo termografico che richiami ISO 9712 ma ce ne solo una che richiama ISO 18436-7 ma questa è un’altra storia.

Comunque basta altrimenti annoio, spero di essere stato fonte di riflessione, dubbi e perplessità :) :)


Certificato UNI EN 473 ISO 9712
Livello 3 metodi: UT - RT - TT -VT- MT - PT
http://www.itrsystem.com

Avatar utente
marco-itr
Messaggi: 236
Iscritto il: 29/11/2010, 12:03
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: CTU non certificato

Messaggio da marco-itr » 10/11/2019, 21:23

ciao dorsil,
abbiamo fatto un po di chiarezza ?
Dicci qualcosa !!


Certificato UNI EN 473 ISO 9712
Livello 3 metodi: UT - RT - TT -VT- MT - PT
http://www.itrsystem.com

dorsil
Messaggi: 2
Iscritto il: 24/10/2019, 17:31
Stato: Non connesso

Re: CTU non certificato

Messaggio da dorsil » 14/11/2019, 13:27

Innanzitutto grazie a tutti per l'interessamento.
Ho utilizzato i Vostri preziosi consigli per fare le mie osservazioni al CTu e ho chiesto anche al Giudice di disporre il rinnovo delle operazioni peritali. Aspetto notizie.
La prossima udienza è fissata per il 9 dicembre, saprò darVi notizie dopo quella data.
Vi tengo aggiornati!!



Rispondi